Pancake senza glutine con piselli e menta

Hai mai provato i pancake in versione salata senza glutine? Sono facili e veloci da fare, e si prestano a un sacco di abbinamenti golosi! I pancake sono fantastici in tutti i modi: dolci per la colazione, con vari condimenti per un brunch, oppure nella versione salata, meno frequente ma deliziosa lo stesso. Questa versione con la farina di piselli è perfetta per pranzi in ufficio, picnic, colazioni salate e aperitivi in compagnia.

Perché fare i pancake senza glutine? Perché il glutine tende ad appesantire. Siamo bombardati da prodotti che contengono glutine: dai biscotti della colazione, ai crackers di metà mattina, al panino del pranzo. Anche se non siamo intolleranti, il glutine fa effetto colla nel nostro corpo, quindi se ogni tanto riusciamo a ridurlo non potremmo che trarne beneficio!

Pancake senza glutine con piselli e menta

Ingredienti:

1 tazza di farina di piselli

1 tazza di acqua

1 cucchiaino di sale marino integrale

1 pizzico di pepe

1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

10 foglie di menta fresca

Preparazione:

  1. Metti a scaldare sul fuoco una pentola antiaderente.
  2. Setaccia la farina in una ciotola.
  3. Unisci il sale, il pepe e l’olio e mescola con una frusta.
  4. Tagliuzza finemente la menta e aggiungila agli altri ingredienti.
  5. Aggiungi poco a poco l’acqua, mescolando bene.
  6. Quando hai la consistenza di una pastella densa, prelevane due cucchiai e versali nella padella.
  7. Cuoci uno o due minuti per lato (dipende dallo spessore della padella!).
  8. Tieni da parte i pancakes pronti finché non hai finito la pastella.

Come usare i pancake di piselli senza glutine? Sono talmente buoni, freschi e delicati che appena sentirai il profumo ti verranno un sacco di idee. Inizio però a dartene qualcuna:

  • spalma sopra un velo di miso (non troppo, è piuttosto intenso!) con una spolverata di gomasio;
  • accompagnali ad un’insalatina di carote condite con la senape;
  • usali come base per un trito di pomodori e basilico come se fossero bruschette;
  • se preferisci fare colazione con qualcosa di salato, usa un po’ di tahin per condirli;
  • fai una maionese veg, fresca e leggera;
  • abbinali ad una caponata di verdure.

Cogli l’essenza della Primavera

Ritrovare il benessere nel risveglio dalla natura.

Le gemme si aprono, sbocciano i fiori, gli alberi si riempiono di foglie nuove, le giornate si allungano… qualcosa sta accadendo e noi ne siamo parte. È tempo di rinascita. Attorno a noi si osserva, in modo più o meno consapevole, l’armonia fra la luce e il buio, fra il sole e la luna, fra maschile e femminile. Un momento positivo che sostiene l’animo e predispone all’azione. Ci sentiamo più energici, l’umore migliora e aumenta il desiderio di stare all’aria aperta. La luce solare stimola la produzione di vitamina D e di serotonina, che regola l’umore, l’appetito e la temperatura, dandoci una sensazione di benessere e di rilassamento, riducendo anche la concentrazione degli ormoni dello stress. La dispensa si apre a nuovi prodotti, incoraggiando una cucina varia, fantasiosa e colorata. Così come nell’orto spuntano le prime verdure novelle e i legumi primaverili, così anche il nostro corpo si risveglia dopo il sonno invernale, tutto si rimette in movimento e inizia una fase di pulizia dal ristagno e dall’accumulo. Per aiutarlo possiamo ridurre i grassi, le farine e gli zuccheri. E introdurre erbette di campo, germogli e ravanelli per gustose insalatine. Tarassaco e carciofo per disintossicarsi dalle tossine. E poi, arriva il benessere dei i frutti rossi. Alzi la mano chi può resistere al dolce e armonico sapore delle fragole!

La spirale di Erbe aromatiche

La primavera è il momento giusto per uscire di casa e passare più tempo all’aria aperta. Cimentiamoci, allora, in questo bellissimo progetto e creiamo la nostra spirale di erbe aromatiche, ispirata ai principi della permacultura: ci permetterà di avere a portata di mano un piccolo ecosistema dove cresceranno più varietà di piante con diverse esigenze. Una spirale costruita in modo armonico avrà un diametro di almeno 2 metri, con il punto più alto di circa 80-100 cm. Per la costruzione possiamo usare pietre, mattoni, tufo: sulla cima e sul lato esposto al sole della spirale il caldo sarà più intenso, mentre il lato al riparo dal sole sarà più fresco e ombreggiato. Per facilitare il disegno della spirale, piantare un palo nel centro dell’area preposta e con l’aiuto di una fune tracciare un cerchio e marcarlo con le pietre. Si passa quindi alla disposizione delle pietre o dei mattoni partendo dal basso e salendo fino all’altezza desiderata, riempiendo con terra, ghiaia, calcinacci per permettere all’acqua di filtrare agevolmente. Lo spazio per le piante tra le spirali dovrebbe essere tra i 30 e i 50 cm. Nel punto più alto della spirale è consigliabile utilizzare due terzi di terra e un terzo di sabbia, nella parte centrale solo terra e in basso terra e un compost molto nutriente.

Come disporre le nostre piantine?

Nella parte più alta e esposta al sole: timo, salvia, rosmarino. Al centro, un po’ più all’ombra: melissa, origano, malva, calendula, dragoncello, borragine In basso: erba cipollina, prezzemolo, aglio, aneto.

Se poi volete migliorare ulteriormente il microclima, create un piccolo stagno ai piedi della spirale, scavando una piccola buca che poi verrà foderata con un apposito telo fermato ai bordi con delle pietre e riempita di acqua.