Sai cosa mangi?

«Cosa si mangia stasera?» È la domanda più comune in ogni casa(fine)

Ecco, pensiamo per un attimo al vero senso di questa domanda: sappiamo davvero cosa mangiamo? Conosciamo veramente il cibo che portiamo ogni giorno in tavola? Da dove viene, come è coltivato, trasformato, e cosa contiene?

In questo articolo abbiamo cercato di fare la nostra parte, nella convinzione che un sapere diffuso contribuisca a un’alimentazione consapevole e più sana. Ne è venuto fuori un piccolo compendio per saperne un po’ di più su ingredienti, valori nutrizionali e termini con i quali dovremmo familiarizzare, quali acidi grassi essenziali, fibre solubili e insolubili, alimenti iperproteici, antiossidanti, indice glicemico. Per districarsi tra gli scaffali e scegliere i prodotti adatti alle proprie esigenze, con uno sguardo a quello che l’etichetta dice e a quello che non dice. Sì, perché imparare a leggere l’etichetta di un prodotto è il primo passo verso una spesa consapevole, ma da solo non può bastare.

C’è bisogno di una vera e propria crescita culturale in tema di consapevolezza alimentare, per imparare a leggere tra le righe, per andare oltre le apparenze: la capacità di fare affidamento sulle proprie conoscenze e sulla propria coscienza, senza correre dietro a mode alimentari, pubblicità o testimonial. Perché poter scegliere il giusto prodotto è una libertà della quale non ci possiamo privare.

Continue reading “Sai cosa mangi?”

Fregola asparagi e limone

La sfiziosità della fregola, la prelibatezza degli asparagi e la freschezza del limone si incontrano in un primo piatto semplice, leggero, gustosissimo.

Ingredienti (2 persone)
– fregola 200g
– 6-8 asparagi
– Limone
– Timo fresco
– Olio extravergine di oliva
– Sale

Preparazione
Preparare questo primo piatto è davvero facile e richiede pochissimo tempo. Lava gli asparagi in acqua corrente, elimina la parte più dura e mettili a grigliare, poi tagliali in pezzetti lunghi 2-3 cm. Passiamo quindi alla fregola: si tratta di una tipica pasta sarda a base di semola di grano duro che forse non tutti conoscono (a questi consiglio vivamenti di rimediare al più presto a questa mancanza!). Quella che abbiamo utilizzato è realizzata solo con grano duro italiano, seguendo la lavorazione artigianale come si faceva una volta: trafilatura al bronzo e essiccazione lenta a bassa temperatura (20 ore a 35°C), per mantenere intatte le proprietà nutrizionali e organolettiche, un prodotto “vivo” dalla consistenza compatta ed elastica che tiene la cottura. Cuoci la fregola in acqua salata (per quella che abbiamo usato ci vogliono 8 minuti), scolala e lasciala raffreddare leggermente in una ciotola, poi aggiungi 4 cucchiai di olio (noi abbiamo utilizzato un biodinamico toscano, certificato demeter, un blend di olive Frantoio, Leccino e Moraiolo dai toni decisi ma equilibratissimi), gli asparagi grigliati, le foglioline di timo (daranno quel tocco in più alla vista e al palato) e spolvera con la scorza grattugiata del limone (biologico, ça va sans dire) a tuo piacimento. Et voilà, un primo piatto elegante e leggero che tutti possono preparare.

Buon appetito!


Continue reading “Fregola asparagi e limone”

Orzo freddo con verdure, pinoli e succo di melagrana

Ci siamo. L’estate è alle porte, con lei caldo e giornate di sole, e aumenta la voglia di piatti freddi e gustosi. Ma come fare per non ricadere sempre nella solita insalata di riso? Semplice, la parola d’ordine è cereali, uniti a verdure fresche e succose che ci aiutano a sentirci meno accaldati.

Ingredienti (2 persone)
– Orzo perlato (oppure Farro o Segale) 200g
– Pomodorini
– Rucola
– Ravanelli
– Cipolla rossa
– Pinoli

Per il condimento:
– Olio extravergine di oliva
– 100% melagrana da bere
– Origano
– Sale e pepe

Orzo Perlato Sapore di Sole
100% Melagrana da Bere Sapore di Sole
Pinoli Sapore di Sole
Olio Extra Vergine di Oliva IGP Sapore di Sole

Continue reading “Orzo freddo con verdure, pinoli e succo di melagrana”

Straccetti di Seitan all’aceto balsamico su crema di piselli

Straccettti gustosi (fine)
Hai organizzato una serata speciale e non sai proprio da che parte farti per cucinare qualcosa di nuovo? Prova a stupire i tuoi ospiti con questa ricetta gourmet, il bis è assicurato! =)

Ingredienti (2 persone)
– 300g di seitan
– 150g di piselli lessati
– una tazza di brodo vegetale
– rosmarino
– shoyu
– aceto balsamico
– pane (integrale o tipo 2)

Seitan Naturale Sapore di Sole
Piselli lessati al naturale
Shoyu – Salsa di Soia Sapore di Sole

Continue reading “Straccetti di Seitan all’aceto balsamico su crema di piselli”

Tempeh alle mandorle

L’alternativa leggera al classico pollo alle mandorle di origine asiatica, ma altrettanto gustosa.

Ingredienti (2 persone)

Per il tempeh:
– 300 g di tempeh
– 80 g di Mandorle sgusciate
– 1 porro
– 2 peperoncini freschi
– 4 cucchiai di aceto di riso
– 8 cucchiai di Shoyu
– Olio di Sesamo
– Farina di riso

Per il Riso:
– 120 g Riso Thaibonnet Integrale
– Olio di Cocco
– Brodo vegetale

Tempeh Naturale Sapore di Sole
Shoyu – Salsa di Soia Sapore di Sole
Riso Thaibonnet Integrale Sapore di Sole
Mandorle Sgusciate Sapore di Sole
Farina di Riso Integrale Senza Glutine

Olio di Sesamo Crudo Sapore di Sole

Olio di Cocco Sapore di Sole

Continue reading “Tempeh alle mandorle”

Arriva la primavera, è tempo di rigenerarsi

Per la medicina tradizionale cinese, ognuno dei 5 elementi di cui è composta la materia è legato a un organo del nostro corpo. Entrando nella primavera, periodo dominato dall’elemento legno, dobbiamo concentrarci sull’organo a questo collegato: il fegato.

Volendo attualizzare i concetti espressi da questa antica filosofia passandoli al vaglio di una lettura scientifica, come capita spesso ci rendiamo conto che esiste un fondamento di verità nella saggezza delle culture che ci hanno preceduto. Veniamo da un periodo invernale in cui il nostro organismo è stato messo a dura prova dal freddo e appesantito dagli eccessi alimentari e dalla poca mobilità, elementi che hanno contribuito al proliferare di tossine che sovraccaricano di lavoro e affaticano il fegato, l’organo deputato alla depurazione, con ripercussioni su tutto l’organismo (pesantezza, bruciori, gonfiori, alitosi e sovrappeso).

Ecco perché con l’arrivo della primavera è opportuno cambiare stile di vita e regime alimentare, approntando un periodo di depurazione e rigenerazione del fegato. Come? Innanzitutto puntiamo sulla leggerezza, con un occhio di riguardo al nostro apparato digerente: mantenere pulito l’intestino è essenziale, perché è qui che si sviluppano le tossine che il fegato dovrà smaltire. Cerchiamo allora di scegliere alimenti integrali ricchi di fibre che contribuiscono a liberare il tratto intestinale e a evitare l’accumulo di colesterolo e trigliceridi.
Poi concentriamoci sulla depurazione del fegato, sfruttando le proprietà naturali delle erbe amare, come la cicoria e il tarassaco, dei germogli (è questo il periodo dell’anno in cui danno il meglio), delle erbe aromatiche come rosmarino, origano e salvia e dei carciofi. A proposito di abbinamenti, provate un toccasana per il fegato: barbabietola + succo di limone.

Se vogliamo intraprendere un vero e proprio percorso depurativo, che ci ripulisca delle scorie accumulate in mesi di feste e stravizi, è consigliato sfruttare le proprietà depurative, protettive e antiossidanti dell’aloe vera.

Burritos con Chili di Soia

Dal Messico con furore, una ricetta vincente per preparare degli ottimi burritos con chili senza mischiare due proteine differenti, così da rendere più facile la digestione. In che modo? Usando la soia al posto del macinato!

Ingredienti
– granulare di soia
– fagioli neri
– 1 peperone
– 1 cipolla
– polpa di pomodoro
– 1 peperoncino
– olio extravergine di oliva
– sale, paprika, erba cipollina
– piadina di farro

Granulare di Soia Sapore di Sole

 

Fagioli Neri Sapore di Sole

 

Polpa di Pomodoro Sapore di Sole

 

Piadina Farro Sapore di Sole

Continue reading “Burritos con Chili di Soia”

Un piatto detox dopo le feste? Insalata ricca con mele e noci

Natale, pranzi, cene, panettoni e dolciumi. E poi ancora l’ultima sera dell’anno, i cenoni, i brindisi di troppo… e adesso ti senti appesantito e un po’ «ingolfato». Rimettiti in carreggiata con un’insalata ricca e sfiziosa che ti aiuterà a depurarti e lasciarti alle spalle gli eccessi delle feste.

Ingredienti
– lattughino
– valeriana
– finocchi
– mele verdi
– noci sgusciate
– melagrana
– olio di semi di canapa
– condimento alla mela
– semi di chia

Noci Sgusciate Sapore di Sole
Olio di Semi di Canapa Crudo Sapore di Sole
CondiMela Sapore di Sole
Semi di Chia Sapore di Sole

Continue reading “Un piatto detox dopo le feste? Insalata ricca con mele e noci”

Cronaca di un’alimentazione equilibrata

Se riusciamo, apriamo la giornata con un bel bicchiere di acqua tiepida, che aiuta a disintossicare e pulire l’organismo. Per colazione iniziamo con un delizioso porridge: mettiamo in un pentolino 3 cucchiai colmi di fiocchi di avena piccoli e un bicchiere di bevanda di avena. Lasciamo raggiungere il bollore e, dopo pochi minuti, togliamo dal fuoco. Aggiungiamo un cucchiaio di semi di lino macinati, 1 cucchiaio di semi oleosi (girasole, zucca, sesamo, noci, mandorle), 1 banana tagliata a pezzi (o altro frutto a piacere) e dolcifichiamo con malto di riso. Ha un basso indice glicemico per mantenere a lungo i livelli di energia, vitamine, fibre, potassio, antiossidanti, proteine. Una ricca colazione ci permette di affrontare con energia la giornata e di non avere troppa fame ai pasti successivi. Utilizziamo ingredienti bio, un gesto d’amore per la nostra salute e per l’ambiente. Per lo spuntino a metà mattina possiamo prendere una manciata di frutta secca tipo mandorle, noci, nocciole o uvetta. Un pranzo energetico, ma molto digeribile e leggero è costituito da un bel risotto al radicchio rosso. Una volta lessato il riso, si cuoce il radicchio affettato fine in padella con poco olio e una piccola cipolla tritata. Si mescola il riso insieme al radicchio, si fa insaporire e si può mantecare con un cucchiaio di tahin chiaro (crema di semi di sesamo). Per lo spuntino di metà pomeriggio, possiamo spezzare la fame con un fresco e gioioso estratto fresco a piacere, senza dimenticare lo zenzero, che aiuta tutto il tratto gastrointestinale e anche il sistema immunitario. Concludiamo la giornata con una cena che appaga il palato con la dolcezza della zucca e la bontà dei ceci: zuppa di zucca e ceci. Cuociamo la zucca con una cipolla e lessiamo i ceci. Frulliamo tutto, lasciando da parte un po’ di ceci interi, e mettiamo in un tegame con un rametto di rosmarino e un cucchiaino di curcuma. Lasciamo insaporire a fuoco basso. Alla fine aggiungiamo i ceci interi e, a piacere, dei piccoli crostini di pane integrale. Durante la giornata, ricordiamoci di bere acqua naturale e, se vogliamo, tisane calde a base di tarassaco, menta, curcuma, ortica.